Il quartiere di San Lorenzo a Roma

{CAPTION}

Il quartiere di San Lorenzo è senza dubbio uno dei più importanti della capitale, qui infatti risiede la vita universitaria della capitale, vista la vicinanza con l’Università della Sapienza che fa di questo quartiere uno dei più vivi a livello culturale della capitale con continui eventi che possono variare dai concerti di artisti emergenti e non, fino alla presentazione di libri.

Il quartiere di San Lorenzo non dorme mai e vive di una vitalità unica  con i suoi locali sempre pieni di giovani che discutono del più del meno e si ritrovano al suono della musica tribale in Piazza dell’Immacolata, ma  San Lorenzo non è solo questo infatti grazie alla sua posizione vicino alle stazioni Termini e Tiburtina ospita numerosi hotel a Roma ed ha alle spalle un’importante storia e numerosi luoghi da visitare.

Cosa vedere a San Lorenzo

Il quartiere di San Lorenzo è famoso per essere un quartiere popolare dichiaratamente antifascista e passato alla storia per l’opposizione fatta al regime durante la seconda guerra mondiale ed ha visto la nascita di numerosi movimenti studenteschi di sinistra durante gli anni 60-70.

Tra le principali attrazioni di San Lorenzo troviamo la Porta Tiburtina uno splendido arco monumentale voluto da Augusto nel V sec A. C e le mure Aureliane che fanno da cornice all’intero quartiere.

Le Mure Aureliane rappresentano una cinta muraria, che venne fatta costruire tra il 270 e il 275 d. C dall’imperatore Aureliano per proteggere la città da eventuali attacchi barbari e ancora oggi hanno una funzione difensiva per la città anche se per diverse sono state lasciate in degrado.

Le mura presentano  18 porte, fatte di tre tipi  in base all’importanza della strada avevano davanti  e le più importanti erano costruite in travertino e composte da due arcate.

Un altro luogo di San Lorenzo di grande importanza storica è il Parco dei Caduti del 19 luglio 1943, dedicato alle vittime del bombardamento sulla città di Roma e nel 2003 a sessant’anni da quella tragedia è stato inaugurato all’interno del parco un monumento dedicato alle 1674 vittime.

Il principale monumento del quartiere è senza ombra di dubbio la Basilica di San Lorenzo fuori Mura, che da anche il nome al quartiere.

La Basilica è stata inaugurata nel IV secolo dall’imperatore Costantino vicino alla tomba del martire Lorenzo e presenta al suo esterno un piazzale, che fu voluto da Papa Pio IX e la statua in bronzo di San Lorenzo, fatta da Stefano  Galletti nel 1865 e al fianco troviamo un monastero e un campanile in stile romantico.

All’interno troviamo tre navate che sono state realizzate in epoche diverse e risultano essere contigue tra loro.

 

Share this post:

Related Posts

Comments are closed.