La Roma degli obelischi

{CAPTION}

C’è la città delle cento torri (Ascoli Piceno), la città del fiume Arno (Firenzo), c’è la città dei mille (Bergamo), poi ci sono quelle del mare (tutte quelle rivierasche) e del tufo (Pitigliano) per indentificarne alcune. E Roma? La città eterna per antonomasia è ritenuta anche la città degli obelischi. In effetti nella capitale ce ne sono molti che la puntellano; che siano antichi, di recente costruzioni o contemporanei l’elenco si prospetta lungo, altrettanto lungo un tour della città per chi vuole vederli dal vivo. Certo è che passeggiando nei luoghi della romanità possiamo naturalmente entrarvi in contatto e, avvicinandoci, conoscere la loro storia.

Per scoprirli tutti, passiamoli in rassegna.

  1. Tra gli obelischi antichi ci sono quelli di Sisto V che vengono raggruppati sotto il suo nome perché da lui e dal suo architetto Domenico Fontana riposizionati. In questa categoria rientrano:

  • Obelisco Vaticano di origine egiziana e posto in piazza San Pietro nel 1586;

  • Obelisco Esquilino imitazione di quelli egiziani e posizionato nel 1587 di fronte a Santa Maria Maggiore;

  • Obelisco Lateranense, anch’esso proveniente dall’Egitto, nel 1588 fu posizionato in piazza San Giovanni in Laterano vicino alla Loggia della basilica;

  • Obelisco Flaminio, sempre di origine egiziana, portato a Roma da Augusto nel 10, è stato recuperato nel 1587 e nel 1589 è stato posizione dove è sempre stato al Circo Massimo.

  1. E’ detto l’obelisco di Innocenzo X quello Agonale che si trova in piazza Navona dal 1651 per opera del papa e del suo architetto Gian Lorenzo Bernini; è stato realizzato all’epoca di Domiziano su ispirazione di quelli egizi.

  2. Alla seconda metà del 1700 si collocano gli obelischi di Pio VI:

  • Obelisco del Quirinale;

  • Obelisco Sallustiano, di origine romana oggi in piazza Trinità dei Monti;

  • Obelisco di Montecitorio di epoca egiziana e portato a Roma nel 10 da Augusto.

  1. A questi si aggiungo tutti gli altri obelischi che arrivarono via via a Roma:

  • Obelisco delle Minerva;

  • Obelisco del Pantheon;

  • Obelisco di Villa Celimontana;

  • Obelisco del Pincio;

  • Obelisco di Dogali.

  1. In ultimo ci sono quelli moderni:

  • Obelisco di Villa Medici che consiste in una copia dell’obelisco portato nel 1790 a Firenze;

  • Obelischi di Villa Torlonia eretti nel 1842;

  • Obelisco del Foro Italico realizzato con un blocco monolitico e innalzato nel 1932;

  • Obelisco di Marconi che risale al 1959 e posizionato nel quartiere Eur quando la città fu palcoscenico dei giochi olimpici nel ’60 e noto anche ai più giovani per la vicinanza al Room 26 Roma;

  • Obelisco Novecento, infine, è si può dire quello contemporaneo realizzato nel 2004 da Arnaldo Pomodoro davanti al PalaLottomatica.

 

 

Share this post:

Recent Posts

Comments are closed.